• Pubblicata il:
  • Autore: CAROLINA 84
  • Categoria: Racconti lesbo
  • Pubblicata il:
  • Autore: CAROLINA 84
  • Categoria: Racconti lesbo

LESBO PER SCELTA – side two – Glasgow (UK)

Pensavo che Jao Ljn mi avrebbe dato un asciugamano da avvolgermi intorno, ma non l'ha fatto. Ero nuda come un verme e mi ha detto di salire sul tavolo per massaggi a faccia in giù.
Quando le sue mani hanno iniziato a massaggiarmi le spalle erano così calde che di nuovo ho sentito uno spasmo nella mia figa bisognosa di affetto. Ha massaggiato per circa 15 minuti cospargendomi di olio caldo sulla schiena, sulle braccia, sui glutei e sulle gambe. Poi, dopo aver tonificato schiena e braccia portandomi al settimo cielo, ha iniziato a lavorare sul mio culo e sulle gambe.
Jao Ljn non diceva una parola, ma ogni volta che sfiorava la mia figa bagnata fradicia mi mordevo la labbra per evitare di gemere.
Secondo me se n'era accorta, comunque ha finito di massaggiare le gambe e mi ha pregato di girarmi. Si è messa ancora olio profumato sulle mani, si è dedicata alla parte anteriore delle mie spalle per poi andare diritto verso i miei seni. Sono stata colta ancora di sorpresa e ho provato vergogna quando ha iniziato a impastarmi le tette e i miei capezzoli sono diventati duri.
Mentre lavorava sulle mie tette, ha tenuto i pollici delle mani sfregando contro i miei capezzoli, che sono sempre stati molto sensibili e trasmettevano la loro eccitazione dal cervello fino alla figa. Ormai mi trattenevo a fatica.
Lei non diceva ancora nulla, continuava a massaggiare le mie tette turgide, e di nuovo le mie cosce si aprivano da sole. Si è fermata qualche secondo per mettere più olio sulle dita, poi ha stretto i miei capezzoli e ha iniziato a tirarli in su.
Senza volere, ho emesso alcuni chiari lamenti di piacere. I miei occhi erano chiusi, ma si sono spalancati quando lei ha detto con malizia:
- Alla mia cliente piace quello che Jao Ljn sta facendo alle sue belle tette?
Ho gemuto di nuovo e, senza nemmeno pensarci, ho risposto:
- Oh sì, è meraviglioso...
Lei si è sporta in avanti e mi ha baciato in bocca. Le sue labbra erano morbide e il suo bacio mi ha trasmesso onde erotiche fino alle dita dei piedi, non avevo mai provato un bacio come il suo prima, i miei ormoni erano totalmente impazziti e la mia figa si bagnava vergognosamente.
Mi spingeva la lingua in bocca mentre si alzava sul tavolo e si sdraiava sopra di me.
CONTINUA

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!