Sogno fetish

Sono su un immenso prato verde e sono in sella a un cavallo bianco. Indosso un paio di pantaloni di pelle con sotto dei collant color grigio fumo di londra e ai piedi indosso delle decolte' di camoscio chiare molto eleganti. Che strana sensazione cavalcare con questi vestiti e ho gia l'uccello contenuto all' interno del collant e fasciato dai pantaloni in pelle stretti che si gonfia e diventa duro. Chiudo gli occhi. Li riapro e il mio cavallo si ferma. Riapro gli occhi e mi trovo circondato da diverse trav splendide ma enormi alte all' incirca 2 metri e 50 ma molto sexy e molto femminili pur nelle loro dimensioni mastodontiche. Mi guardano con aria famelica e libidinosa e s'avvicinano a me in gruppo. Sento un misto di spavento e eccitazione vedendo attorno quelle creature affascinanti ma cosi' imponenti e statuarie. "Uhm e ora che ne facciamo di questo bel bocconcino?" dice una...non provo a far nulla semplicemente rimango in sella al mio cavallo. "Facciamola ancora piu' carina" e una di loro mi prende con le sue mani enormi la faccia e comincia a mettermi un po' di rossetto e di cipria per gli occhi. Mentre vengo truccato altre due afferrano le mie caviglie e le sfilano dalla staffa della sella. "Meravigliose queste decolte peccato siano cosi piccole per me" dice una e Entrambe una da un lato e una dall'altra mi tengono una caviglia a testa mentre parlano " Pero' non sono proprio adatte a cavalcare" dice la seconda che poi mi guarda... io non so che dire e bofochio timidamente un "Ma uhm si forse" Loro sorridono e una dice "Ah be ma tanto io ti tolgo le scarpe" entrambe allo stesso tempo afferrano le mie decolte' dal tallone e me le tolgono dolcemente dal miei piedi. In quei pochi secondi sento molto forte il contatto e l'aderenza del nylon delle calze dentro le scarpe che viene liberato mentre le scarpe scivolano via dolcemente dai miei piedi. Intanto sento una bocca enorme alle mie spalle che comincia a mordermi le orecchie e poi il collo mentre mi viene sfilata la giacca.La tipa davanti a finito di truccarmi e repentinamente mette la mano sulla patta dei miei pantaloni di pelle cominciando a massaggiarmi il cazzo che diventa durissimo "Ohh guarda come si sta eccitando la porcellina" intanto le altre due hanno preso prima a massaggiarmi i piedi avvolti dal nylon e ora se li baciano e li mordono avidamente tirando ogni tanto qualche leccata con la lingua. Io sto perdendo ogni controllo dei miei freni inibitori e sento il cazzo che mi esplode dai pantaloni. "Bene mi sembra bello pronto ora passiamo alle cose piu forti?" si dicono tra loro . Io ho un attimo di lucidita' faccio ripartire il cavallo e cerco cavalcando di allontanarmi e dico "scusate ma e' tardi ora devo proprio andare".. le sento ridere di gusto.
Mentre mi allontano a cavallo e le guardo mentre mi allontano, giro la testa e cavalco senza piu le scarpe ai piedi e la giacca sentendo ancora l'eco di quella risata. Neanche il tempo di far diminuire l'eccitazione mentre la mia mente comincia a pensare su cio' che appena successo che succede l'imprevedibile e rimango totalmente sorpreso. Infatti mente cavalco sento una mano enorme alle mie spalle afferrarmi e all' improvviso sono sollevato per aria. Una di loro non so come ha fatto a raggiungermi mi ha letteralmente e con estrema facilità preso per i fianchi con le sue mani enormi e mi ha tolto dalla sella del mio cavallo sollevandomi come un fuscello e in men che non si dica mi ritrovo in braccio a una di queste creature che mi tiene tra le braccia come se fossi un bimbo e mi depone per terra. "Non puoi scappare sei il nostro bocconcino e gnam gnam ora ti mangiamo tutto" Non so che dire ma riesco solo ad abbandonarmi coscientemente a tutto quello che queste strane creature vogliano farmi.
Ricominciano dai miei piedini, cosa che mi eccita da morire, ma questa volta non li baciano anzi cominciano a solleticarmi con le loro ditone e scoppio in una risata irrefrenabile. Intanto sopra mi e stata tolta la camicia e due di loro mi stuzzicano con baci sul collo, Un altra mi mordicchia i capezzoli e una mi solletica i fianchi. Dopo diversi minuti le due dee che mi solleticano i piedi afferrano il lembo delle mie calze e me le strappano via.
Cosi ora hanno i miei piedi nudi a disposizione che prima continuano a solleticare e la pianta del piede nudo sente le loro dita in maniera piu' forte tanto che rido sempre di piu' e poi sento che sto quasi per venire quando cominciano a ciucciarmi le dita dei piedi con le loro splendide bocche.
Ormai non connetto piu' sento una di loro che armeggia con la mia cintura, mi slaccia i pantaloni e in men che non si dica mi vengono sfilati via. L'unica cosa che ricordo dopo e che a turno dopo avermi strappato il collant e le mutandine di pizzo nere che indossavo che mi spompinano a turno ma senza mai farmi venire e il mio cazzo s'ingrossa sempre di piu' e alla fine a turno mi stimolano con le dita il buchetto del mio sedere fino a quando mi sveglio tutto sudato e mi chiedo ma che cazzo di sogno ho fatto?

Vota la storia:




17/08/2011 15:24

tinculo

Sogni .... ma la realtà , se vuoi te la faccio sapere io : hai voglia di "cazzo" scrivilo e ti accontento !!!

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!