MIA CUGINA MI HA SCOPATO - 1^ parte

MIA CUGINA MI HA SCOPATO - 1^ parte

Avevo appena finito gli esami di maturità ed ero un po' depresso perchè mi avevano trombato. Quella notte faceva un caldo boia e , anche con la TV accesa, non riuscivo ad addormentarmi. All'una mi sono alzato per bere una birra. Sono sceso per la scala in mutande ed ho visto la cucina illuminata. I miei genitori erano a 700 chilometri di distanza, per far visita a mia sorella che aveva appena partorito. Ero sicuro di aver spento tutte le luci, perciò mi sono allarmato, ho afferrato una sedia e ho gridato:
- Ho già avvisato la polizia e sono armato! Vattene o ti sparo!
Un'ombra è venuta verso il corridoio con le braccia in alto. Era mia cugina Patrizia, tremava come una foglia e aveva un panino in mano.
- Pat, che cazzo ci fai qui? Mi hai fatto venire un colpo!
- Veramente, sei tu che hai fatto venire un colpo a me!
Appena mi sono ripreso dallo spavento, ho notato che era mezza nuda. Solo un paio di bermuda estive e due ciabatte clogs, addosso non aveva altro. Non era bellissima ma, fino a due anni prima, era stata la protagonista di innumerevoli seghe del sottoscritto. Più vecchia di 4 anni, era la figlia della sorella di mia madre e bazzicava sempre per casa.
Quante volte l'avevo immaginata nuda... non avrei mai pensato di...
- Cazzo fai, mi guardi le tette?
- Hey, un momento! A parte il fatto che sono così piccole che è difficile vederle, questa è casa mia e sei tu che mi devi delle spiegazioni!
Io ho posato la sedia e lei ha posato il panino sulla sedia. Ci siamo guardati negli occhi... e abbiamo cominciato a ridere.
- "Ho chiamato la polizia... sono armato!". Max, sei sempre il solito stronzo...
- Senti chi parla... insomma, mi vuoi spiegare che cazzo ci fai qui a quest'ora di notte?
- Piuttosto tu, anche se è piccolo, vedo che sei molto interessato al mio seno...
Colpito e affondato! Ero nella merda totale e sono arrossito, ma lei, invece di massacrarmi, ha preso la mia mano destra nella sua sinistra e l'ha appoggiata su una tetta.
Allora ho preso coraggio, e con tutte e due le mani ho stretto dolcemente i suoi seni, sentivo anche il battito del suo cuore. Ha fatto un lieve sorriso e mi ha guidato in cucina. La guardavo e mi sembrava più bella del solito, la sua pelle leggermente abbronzata emanava un odore gradevole, mi ha baciato mordicchiandomi le labbra ed avvolgendo la sua lingua con la mia.
- Hey Pat, ma cosa ti succede? In tanti anni non...
- Già... in tanti anni credi che non mi sia mai accorta di come mi osservavi? Una donna queste cose le capisce. Mettiamola così: il mio ragazzo mi ha mollato e mi ha sbattuto fuori casa, che è solo sua. Non mi andava di tornare dai miei e sentire le prediche di mia madre, in borsa ho sempre avuto una copia delle chiavi della zia e... eccomi qui.
- Fin qui tutto ok, ma le tette, il bacio? Siamo cugini...
- Mica dobbiamo fare dei figli. Sono depressa ed ho voglia di scopare, comunque se non ti va... Però mettiti daccordo col tuo fratellino che sembra abbia altri progetti...

CONTINUA

Vota la storia:




14/12/2016 16:17

paolo

uuauauuauaahhahhah dai scrivi in un sito comico, non in questo sito!! Storia palesemente inventata, non fantasiosa e non eccitante!!

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!