Discoteca

Ogni volta che Pino il datore di lavoro di mia moglie procura i biglietti omaggio il Sabato sera io e mia moglie Sissi andiamo in discoteca .
Siamo una coppia da pochi anni sposata a cui piace ballare e far serata baldoria insomma.
Una bel sabato sera come al solito Pino aveva dato i biglietti omaggio a mia moglie dicendogli che anche lui quella sera sarebbe stato in discoteca….
Entrammo in discoteca belli e pimpanti, subito siamo andati al bar a bere, tante ragazze ballavano e facevano le zoccole e si facevano guardare (a loro piaceva) mentre noi eravamo al bar a bere, sopraggiunge Pino e dopo i saluti inizia a parlare con Sissi parlare e ridere molto.
Dopo dieci minuti circa Pino invita Sissi a ballare un lento…… lui ballava con Sissi sempre più stretto, bisbigliavano tra loro e ridevano continuamente…questa situazione mi piaceva e mi eccitava…dopo 15 minuti vennero a bere e Sissi si avvicino a me e bisbigliando e ridendo mi disse ……questo fra un po' lo faccio scoppiare dalla voglia…
La sua mano mi scivolò sul mio corpo come cenno di saluto e per caso andò sul mio cazzo ... Sissi sbarrò gli occhi, e guardandomi meravigliata disse : ma…sei eccitato come un cornuto perché sto attizzando Pino ?
Mi guardo incredula se ne andò con lui in mezzo alla pista.

Io rimasi solo su un divanetto a bere mezzo ubriaco.
Sissi ballava con lui ... dopo cinque minuti arrivo da me per sincerarsi se stavo bene e se volessi andare a casa …si mise a ridere e mi prese in giro per quanto ero ubriaco….io gli ribattei che lei era più brilla di me, la presi in giro e dalla mia bocca usci una frase che forse era meglio non dire….sei talmente ubriaca che non riesci nemmeno a slinguarti con Pino, cosa vuoi fare ???? Forse vuoi regalarmi un cornetto ah ah ah .
Lei diventò seria e disse : < a si ? Allora mettiti su questa sedia e guarda verso quel divanetto, fra un po' ti pruderà la fronte.
Si giro stizzita, fece due passi, si rivoltò tornando indietro e mi disse : quando vuoi che smetto vieni a chiamarmi per andare a casa... se hai il coraggio e se ce la fai ancora altrimenti ti faccio vedere io cosa riesco ancora a fare ... se non mi fermi me lo scopo. Si girò andando verso Pino…

Dopo appena dieci minuti erano sul divanetto, lui seduto e lei sopra a cavalcioni, stavano limonando appassionatamente…la cosa mi eccitava ... volevo alzarmi andare da lei e prenderli a schiaffi entrambi, ma nello stesso tempo volevo vedere fino a dove sarebbe arrivata, si sarebbe spinta... A questo punto, lei si alzo, si ricompose dirigendosi verso il bagno, lui prese da bere e si mise a parlare con altri .
Vidi Sissi uscire dal bagno, veniva verso di me, io pensai "adesso mi dice di andare via" e invece mi disse:
tienimi le mutandine... svegliati ! Ti conviene…Pino si da molto da fare….mi ha infilato un dito dentro ...vedi un po' tu !
Tornò al divanetto e si risedette sopra di lui…non capivo dove voleva arrivare……ma dopo qualche secondo ho visto oltre che capire……..Sissi gli ha sbottonato la cerniera dei pantaloni e tirato fuori il cazzo già duro…
Non avrei mai pensato potesse avvenire tutto ciò...non capivo se ero più incazzato o più eccitato …ma il gioco doveva finire, era troppo adesso…ad un tratto sento il vip del mio cellulare era un messaggio . Era un self : lei con la faccia da porca , con dietro io che la guardavo con scritto : troppo tardi cornuto... ora mi piace averlo dentro ... vai ad aspettarmi in macchina> ! Dopo alcuni minuti escono dal locale e vedo che lei non sale nostra auto ma sulla SUV di Pino in un parcheggio abbastanza imboscato da occhi curiosi, Io naturalmente li seguo e dietro un cespuglio vedo bene attraverso l'ampio parabrezza cosa succede nell'auto: mia moglie completamente nuda che si fa leccare la figa e dopo dieci minuti scarsi Pino le mette in bocca il cazzo che lei succhia avidamente, poi lui la scopa con violenza tirandole i seni per i capezzoli . D'un tratto Pino estrae cazzo dalla vulva e incomincia a riscoparla in bocca mentre mia moglie con una mano si masturba e con l'altra fa il segno delle corna verso di me…….cazzo ha capito che la sto spiando. A quel punto vado in auto incazzato perché cornuto e scoperto perché quella stronza ha fatto tutto senza nessuna protezione ma eccitato per la scena. Nel frattempo mia moglie scende SUV e saluta Pino dicendogli stai tranquillo te lo saluto io il cornuto e avviando il motore se ne va abbastanza soddisfatto. Lei invece dopo una breve sistematina ai capelli rientra nel locale ed io la seguo a ruota. Mi siedo sul solito divanetto appartato e buio per non essere visto e la osservo seduta con le spalle appoggiate al bancone del bar che sorseggia un bellini.
Dopo aver bevuto il suo bellini viene verso il mio divanetto, seria più che seria sembrava incazzata, ma si vedeva che era bella bollente ...….restammo in silenzio fino a casa. Finalmente in camera…andammo subito a letto visto quasi l’alba. Non avrei mai pensato che mia moglie ruppe silenzio abbracciandomi…e disse : < mi ami?> e io :< si…> e lei : < una donna si aspetta che se un’ altro uomo tocca la propria donna, il proprio uomo si alza e a quello gli spacca la faccia... tu invece mi hai guardato scopare con Pino…e t’è pure piaciuto…>.
e io : si si ...Sissi mi piaceva guardarti, volevo vedere fino dove saresti arrivata…ma non credevo ci avessi preso tanto gusto ... Lei: ho ancora la sua sborra nella figa amore sentila dai ...cornuto.
Facemmo l’amore ....e più mi chiamava cornuto più m' ingrifavo…le tirai fuori la sborra di Pino con due mie dita che lei le lecco e rilecco ancora ... poi misi il mio cazzo dentro quella figa aperta e fradicia di suo e dell' altro ... lei godette come non mai incitandomi a montarla dicendomi :

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!